Biografia

E’ un po’ scontato scrivere che già da piccola dipingevo. A dieci anni ho fatto un paesaggio su una piccola tela che conservo ancora. Poi nella adolescenza, l’entrata all’istituto Paolo Toschi, sezione di affresco, sotto la guida di prestigiosi Maestri: Baragatti, Antonelli, Vernizzi. Anni che ricordo bellissimi.
La passione nel dipingere cavalli, mi è venuta, perché andavo a cavallo sulle nostre colline emiliane. Così come il Tango, lo osservavo da bambina nelle nostre balere. Il movimento mi ha sempre attirata, come la corsa dei ciclisti, il volteggio armonico della ginnastica ritmica. Anche i toreri nell’arena hanno una danza ritmica, mentre i tori esprimono la loro forza e rabbia in corse e frenate.
Una cosa che mi diverte è dare nuova vita coi miei sassi e ghirigori a foto o cartoline d’epoca. Così come la mia visione delle cartoline di Schifano o reinterpretare tele di artisti del passato. Perché dipingo sassi? I sassi siamo noi levigati dalla vita, sassi che rotolano nella corrente del tempo. Noi siamo l’Umanità che ho rappresentato anche nelle carte degli Arcani Maggiori.
Mi piace lavorare su diversi materiali: legno, tele, vetro, ceramica, plexiglas, stampare acqueforti, puntasecca, mi sono cimentata anche con murales: entusiasmante, perché lo spazio era ampio! Ho lavorato la creta.
Mi lascio trasportare dal momento, ma con una certa ironia ricordo le parole di Ennio Flaiano: Pittore muore travolto dalla cupola che voleva affrescare!

 

Nata a Parma dove ha frequentato l’istituto d’arte “Paolo Toschi”, sezione di affresco, sotto la guida dei professori Vernizzi, Antonelli e Baragatti. Si è dedicata alla pittura spaziando nel campo della scenografia, della ceramica e dell’incisione. A Modena nel giugno 2000 con uno stand al “Pavarotti International” Concorso Ippico Internazionale Ufficiale C.S.I.D. Nel 1999 esegue due murales (m 2 x 6) collocati nel Teatro Smeraldo di Milano. Nel 1991 organizza i pannelli decorativi in occasione della Braidense “Fondazione Luigi Berlusconi” per la Società Permanente di Milano. Nel 1993 il trittico “Pegaso a teatro” (180×180 cm) per il teatro Ciak di Milano. Nel 1992 in aprile alla galleria “La Nuova Sfera” presenta i Tarocchi “Gli Arcani Maggiori“ in acquaforte dipinti di cui un mazzo di proprietà di Indro Montanelli. Per il progetto della Tynant (2005) una sua opera è alla Factory Biscardi nel castello di Cardiff nel Galles dove è insieme con artisti come Schifano, Nespolo, Rotella, A-one. Il 20 giugno 2008 1° premio a Palazzo Marino di Milano per l’opera “L’ultimo landò in galleria”. Ha realizzato due croci in legno: la prima, per il progetto TAV (regione Piemonte – diocesi di Novara, Basilica di S. Gaudenzio – Confartigianato) Percorsi di Artigianato e Fede ora a Lesa nella Chiesa di S. Sebastiano e S. Fabiano. La seconda (in legno di cirmolo, 170×130 cm) , posta al lato dell’abside di S. Salvatore a Corte di Capua. Nel luglio 2009 per il paese delle meridiane dipinte di Monclassico e Presson (TN) sulla casa di Fossi- Asperti ha dipinto la 31° meridiana. Per le Forze Armate il 4 novembre esegue un opera su tela in acrilico (150 x 100 cm) “Viva i Carabinieri Concorso Ippico piazza di Siena, Roma” ora di proprietà dell’Arma dei Carabinieri. Segnalata alla VIII Biennale Internazionale di Arte Moderna di Roma 2010. A Roma ha partepato ad Arte e Moda Italiana nel Mondo presso la Camera dei Deputati con intervento di Gianfranco Fini e Santo Versace. Ha partecipato alla Collaterale 54a Biennale di Venezia per i 150 anni dell’unità d’Italia, padiglione Nervi Torino presentata da Vittorio Sgarbi. Ha partecipato al Premio Bagutta 2012, Milano. Ad aprile 2015 espone alla mostra intitolata “L’arte italiana dalla terra alla tavola”, c/o la Casa Museo Sartori a Castel d’Ario (Mn), inoltre presente con un’opera alla Collezione Archivio Sartori. A giugno presenta la personale “Il mio percorso” negli spazi espositivi del Mulino Salacrist a Bormio. Viene invitata a partecipare ad EXPO 2015 – Padiglione ITALIA presso la Gelateria Rigoletto, collocata nel Cardo Est, con delle opere dedicate ai “Bimbi che gustano il gelato” e presso il Decumano centrale con una mostra dal titolo “MADRE TERRA”, ospite della Casillo Group e Varvello, con un evento promosso ed organizzato da Carlos Solito in collaborazione e a sostegno dell’associazione Forum della Solidarietà.

A Marzo 2016 partecipa alla XXI EDIZIONE di Arte da mangiare mangiare Arte, edizione dedicata al tema “BELLEZZA (etica)”, nelle sale espositive della Società Umanitaria di Milano. Presente con un opera di terracotta nel Museo di scultura ceramica Casa Museo Sartori a Castel d’Ario (Mn). Ad aprile 2016 partecipa alla III edizione di International Parks Festival a Trezzo sull’Adda.

Su invito della Dott.ssa Ferrari, Direttore di FREE TIME MAGAZINE, crea due opere dedicate all’incontro fra Sofia saluta Roma avvenuto all’Ambasciata bulgara di Roma , 2016.

Le sue opere sono presenti in collezioni private in Inghilterra, Germania, Francia, Svizzera, Belgio ed Australia. Attualmente vive a Milano dove opera nel suo studio artistico.

A febbraio 2017 espone i quadri per la conclusione de ciclo S.O.S Pianeta Terra FAI FESTA CON UN GELATO per il F.A.I. di Sondrio presso Palazzo Muzio con l’intervento del Prof. Luciano Valle.

A maggio 2017 McLuc Culture presenta le opere presso il Modulo Eco nel P.le della Pace a Parma.

 

Hanno dato un contributo critico alla pittrice:

Giuseppe Amadei, Ettore Barbetta, Francesca Bellola, Francesca Bonazzoli, Tiziana Cordani, Gianmarco Corrieri, Dino Del Vecchio, Cecilia Maria Di Bona, Rodolfo Falchi, Giorgio Falossi, Adelchi Fior, Carlo Franza, Luigi Galli, Mario Greco, Flaminio Gualdoni, Francesco Liguori, Giorgio Marchetti, Giorgio Melzi, Mario Monteverdi, Julie Oswald, Enzo Pituello, Claudio Rizzi, Giovanni Serra, Ugo Zanobio.